Browsing all articles in giochi
Set
29
2008

10 minuti di pausa…

Author JeKo    Category gio, giochi, pausa     Tags

bush

Per le vostre pause da lunghe ore davanti al monitor vi propongo un semplicissimo giochino in Flash. LA giocabilità è banalissima, si tratta solo di muovere il mouse a destra e sinistra per far tenere un vago equilibrio al buon (?!?!) Bush, ubriaco fradicio… Il mio record attuale è 90 metri, chi riesce a far meglio? 🙂

 

Technorati Tags: ,,,
Lug
13
2008

Prima serata ludica Aostana

Author JeKo    Category aosta, eventi, giochi     Tags

02 Dispiaciutissimo di non aver avuto tempo per parlarne prima, porto alla conoscenza comune la prima serata ludica aostana, svoltasi all’Espace Populaire di Aosta ieri sera, 11 luglio 2008. Come prevedibile si è trattato di una serata dedicata al gioco come forma di comunicazione, intrattenimento e unione sociale… In una serata aperta a tutti, grandi e piccoli, esperti e neofiti, l’organizzazione ha spiegato le regole e fatto vivere momenti in allegria ad un gruppo non numerosissimo ma attento e partecipe, oltre 15 giochi. Sorpresa personaloe della serata il magnifico "Rigor Mortis", giochino semplice semplcie con una carica ludica e goliardica incredibile… basato su un tabellone da far percorrere ai piccoli aiutanti del gran maestro malvagio (appunto Rigor Mortis) senza farsi acchiappare da quest’ultimo, i giocatori dovranno subire piccole penitenze imbarazzanti quali gridare frasi senza senso o dover continuare il gioco con la lingua di fuori o ancora tenere le mani a pugno senza possibilità di aprirle gioco natural durante … mi rendo conto che spiegarla così sembra04 una sciocchezza ma vederi partecipanti arrabattarsi per spostare il proprio segnalino dovendo tenere una carta costantemente tra spalla e testa è qualcosa di divertentissimo 😛

Ad un tavolo si è giocato tutti insieme a Lupus in tabula,sorta di gioco di ruolo in cui i partecipanti impersonano contadini e lupi mannari in costante lotta tra loro. Scopo del gioco per i lupi è sbranare tutti i contadini senza farsi scoprire mentre lo scopo dei contadini è mettere al rogo i lupi fermando così la spirale di sangue…

Iniziata verso le ore 21:00 la serata si è conclusa ben oltre le due del mattino con grande soddisfazione di tutti gli intervenuti.

Personalmente ringrazio Davide per aver organizzato la serata

Mag
29
2008

Geography is fun

Author JeKo    Category geografia, giochi     Tags

statetris

Vi ricordate il post “come imparare la geografia divertendosi“? Ebbene ecco una seconda versione sempre divertente… si tratta di una sorta di Tetris geografico… Si può scegliere tra tre diverse difficoltà: facile, in cui si vedranno cadere le regioni (o gli Stati) sapendone il nome e senza dover interferire sull’orientamento, un livello medio in cui si sa il nome del territorio da “piazzare” ma bisognerà ruotarlo nel senso giusto ed infine un livello hard in cui non si sa ne il nome ne l’orientamento…

Si potra scegliere, inotlre, il territorio in cui giocare… dall’Africa all’Italia passando per Brasile, Giappone e South Carolina…

A voi l’imbarazzo della scelta 🙂

 

Fonte: Geekissimo

Technorati Tag: ,,,,

Feb
21
2008

How to loose time: Spastic Chess

spastic-chess

Della serie: “quando il gatto (capo) non c’è i topi (dipendenti) ballano“… e se non avete velleità artistico-ballerine vi propongo un giochino “scassapolso”… il gioco in questione è Spastic Chess, variante degli scacchi in multiplayer… Cos’ha di cosi divertente? Il semplice fatto che non è previsto il carosello “prima a te poi a me poi ancora a te”, il più veloce vince! Se poi si considera che il “mangiare” le pedine è interpretato qui come un trashissimo e splatterissmi “riduci la pedina ad un grumo sanguinolento”, capirete da voi che il fascino sale, sale, sale…

Come dicevo poc’anzi, il gioco è multiplayer… si può sfidare il collega-coinquilino-genitore in un’emozionante disfida in lan o cercare la fortuna contro anonimi giocatori via internet… Scoprirete ben presto il significato dell’aggettivo “spaccapolso” che ho usato qualche riga fa… e se poi qualcuno volesse dar vita ad una bella sfida, può cercarmi tranquillamente su skype/msn/sms/piccioneviaggiatore… sono sempre ben disposto a perdere tempo 😉

Gen
17
2008

Ma porcaputtana

Author JeKo    Category giochi, Spastic chess     Tags

justicenomore

Scusate il linguaggio poco consono… ma quando leggo certe notizie mi cominciano a girare i cosiddetti…

Come c…o faceva Mastella a sapere che il giorno dopo la moglie avrebbe ricevuto un avviso di garanzia? Chi gliel’ha detto? E soprattutto, perché? E il Parlamento per quale c…o di motivo ha applaudito quando ha dato le dimissioni? Non certo perché se ne andava, bensì perché un altro "povero innocente" era stato messo sotto accusa dai giudici "cattivi".

Forse questa mandria d iimmense teste di c…o non si è resa conto CHE E’ UN PREGIUDICATO! e CHE LO E’ ANCHE LA MOGLIE! E se non fosse stato per il suo c…o di indulto a quest’ora marcirebbero entrambi in galera… ah, no, dimenticavo, LUI HA L’IMMUNITA’!!!

E noi che c…o facciamo? Continuiamo a farci prendere per il culo?????

Prodi, grandissimo idiota, perché c…o gli hai begato le dimissioni???? Perché altrimenti non avresti più potuto continuare a dirigere il circo? Adesso quel maledetto resterà li, immune e arraffasoldi (nostri), a continuare la sua difdficile missione di… di… che c…o fa MASTELLA PER VIVERE???? Sposta i giudici che gli si oppongono? Conclude affari con noti mafiosi e pregiudicati? Chiama in causa la privacy per proteggere le sue chiaccherate eversive? Ma non dovrebbe salvaguardare la giustizia italiana???? Porca troia, se Cicciolina non fa la monaca di clausura c’è un motivo… e Mastella sta a Cicciolina come il convento sta al Parlamento!!!!!!  LO VOGLIONO CAPIRE??!!?!?!?!?!?!?

Mastella è a capo di un movimento politico in cui, stando ai fatti di cronaca, se non hai almeno una condanna pendente non sei ammesso… nell’ultima retata gli han "sterminato" mezza famiglia e mezzo partito… e invece di buttarli tutti in galera, la gente gli si stringe contro "in questo momento di difficoltà"… ed è tutto un viavai di gente che gli stringe la mano e gli dice "mi spiace"o "non doveva succedere"o "la pagheranno". MA STIAMO SCHERZANDO? E perché non stringersi attorno a Totò Riina la prossima volta… o a Pacciani… SONO DELINQUENTI E DEVONO ANDARE IN GALERATUTTI, NESSUNO ESCLUSO!!!! e se un Ministro di Grazia e Giustizia viene condannato LA PRIMA COSA CHE DOVREBBE SUCCEDERE SAREBBE CHE GLI VENISSE TOLTO IL MANDATO!!!  E LA PENA DOVREBBE ESSERE ALMENO DOPPIA RISPETTO AGLI ALTRI PERCHE’ LUI E’ IL GARANTE DELLA GIUSTIZIA IN ITALIA!!!!!!!

CAZZO!

E poi ci si chiede perché in Italia c’è questo odore di antipolitica…

Dic
24
2007

E la Chiesa ci mise lo zampino…

gay Il titolo, in realtà, non c’entra granché con il contenuto… ma a me piace mettere titoli d’effetto ogni tanto… e questo mi sembra, a tutti gli effetti, un titolo d’effetto…

Ciò di cui si parla oggi è lo scandalo delle "Cure per gay"… chi non ne sapesse nulla può leggere una certa quantità di articoli in merito… ve ne posto un paio giusto per cultura personale (eh, le fonti sono importanti):

Il sito di Repubblica
Il sito di Omosofia

Io sono etero e ne sono fiero… ma perché mi piace un’altra cosa… 😛 Non per questo, però,  i gay devono essere trattati alla stregua di malati terminali! La Chiesa, tanto per cambiare, si dimostra pesantemente conservatrice. Ognuno, per carità, è libero di decidere come condurre la propria vita… ma qui si parla di VITA DEGLI ALTRI e la Chiesa non ha NESSUN DIRITTO di dettar legge… e, soprattutto, di avere questo genere di pregiudizi! Anche perché, se non ricordo male, Gesù disse "ama il prossimo tuo come te stesso" e "siamo tutti figli di Dio"… di citazioni ce ne sarebbero a dozzine se non centinaia… Trattare i gay come persone malate significa andare contro tutti i dettami che la Chiesa stessa cerca di inculcare. Tanto vale dire "l’amore è la cosa più importante" se poi l’amore va solo in senso etero… La Chiesa forse non sa cos’è davvero l’Amore? Oppure il concetto di Amore l’ha stabilito lei? I malati non sono i gay, sono piuttosto gli stupratori ed i pedofili… E’ ingiustificabile che le autorità ecclesiastiche non sanzionino pesantemente i sacerdoti pedofili ma si accaniscano contro gli omosessuali!

Qui si predica bene (e il verbo casca a fagiolo) e si razzola male… Ma si sa, nessuno è perfetto… la Chiesa, ovviamente, non ne è immune.

PS: odio i Teodem, lo si intuisce? Mi fanno schifo gli ipocriti che parlano di morale cattolica e vanno a prostitute, evadono le tasse e si macchiano di crimini vari ed eventuali! E odio chi difende il Cattolicesimo non per convinzione personale ma per mero interesse personale (le Poltrone cattoliche fanno sempre gola a quanto apre).

PS2: come diceva la Littizzetto ieri sera a Che tempo che fa: "Ma il Vaticano che fine ha fatto quando si parlava di moratoria contro al pena di morte? Non avrebbe dovuto essere lui il promotore?"… e più ci penso più mi convinco che il cattolicesimo odierno non ha più a che fare con la religione ma solo con gli interessi politico/economici… qualcuno è in grado di smentirmi? Sarebbe bello…

Nov
29
2007

Imparare la geografia divertendosi? Si può!

Author JeKo    Category giochi, Web     Tags , ,

Ok, ok, niente panico… in fondo è solo un gioco… ed io non sono tenuto a sapere dove si trovano Chittagong o Sucre… in fondo ho sbagliato di soli 12.000 km…

Non ci state capendo niente? Ok, vi semplifico la vita… mettiamo di scoprire un sito a caso grazie al buon Dunz… e mettiamo che in questo sito ci sia un giochino in flash… Oramai lo sapete che non riesco a dire di no… anche all’una di notte… E allora via, parte la sfida con me stesso… quanto sono ferrato in geografia? quante bandiere del mondo conosco? Quanti siti FAO mi sono conosciuti? A queste e ad altre domande si può trovare una risposta addirittura divertendosi… Come? Giocando a questo fantastico giochino, ovvio no?

Mi raccomando, voglio sapere come andate (io sono arrivato al 7° livello di città e luoghi al 3° tentativo… vediamo chi fa il record… si accettano screenshots :P)…

 

edit: scusate ma dovevo assolutamente tirarmela… sisi, lo so, è facile trovare Londra… ma 1 km è sempre 1 km 🙂

Globe

Ott
25
2007
Ott
19
2007

Libertà di parola… siamo ai ferri corti?

(dis)onorevole LeviLeggo da Elena e da La Repubblica dell’ipotetica (che fra poco sarà triste realtà) nuova porcata dei GoverniRiunitiPerIlFurto Spa. Trattasi questa volta di un "simpatico" disegno di legge che, con nonchalance, imbavaglierebbe uno degli ultimi mezzi di informazione ancora svincolati dai grandi Padroni dell’informazione: il web.

In soldoni si sta discutendo di imporre a tutti i portali, blog, siti personali (e chi più ne ha più ne metta) di mettersi in regola con le attuali disposizioni valide per gli altri media divulgativo/informativi nazionali (soprattutto editoriali). Come si fa per essere in regola? Semplice, bisogna iscriversi al ROC (Registro unico degli Operatori di Comunicazione), con i conseguenti costi ad esso associati, seguendo una lunga e dispendiosa sequela burocratica (strano eh?).

Ricardo Franco Levi, ideatore di questa schifezza che, assieme al compagniuccio Prodi prenderà il suo nome (Legge Prodi/Levi), sta sul vago e alla domanda "Ma cosi non si rischia di far chiudere tanti siti/blog personali?" risponde:"Lo spirito del nostro progetto non è certo questo. Non abbiamo interesse a toccare i siti amatoriali o i blog personali, non sarebbe praticabile". E appunto per questo la legge definisce cosa andrà a disciplinare… e cioè il prodotto editoriale: "Per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento, che sia destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso." che sarebbe a dire che un prodotto editoriale potrebbe essere, indistintamente, un articolo sulla repressione in Birmania come la descrizione del proprio gatto…

Il perché di questo schifo è presumibilmente da attribuirsi alla facilità con cui si può insultare, denigrare e sputtanare l’operato di chi comanda… Sarà la vendetta del (dis)onorevole Mastella? Secondo me si… in ogni caso, il rischio è che chiunque voglia tenere un blog divulgativo (e, ripeto, indistintamente da chi parla di politica, commercio, guerra o pesci rossi, lampadine e rastrelli) dovrà avere un giornalista iscritto all’albo per poter pubblicare le proprie idee.

C’è da chiedersi che fine abbia fatto la libertà di pensiero, opinione e parola. Questa in uno stato non democratico si chiama dittatura… per fortuna che noi siamo civilizzati!

Apr
14
2007

Homo Laicus vs. Siae

Author JeKo    Category giochi, informatica     Tags

Copy Left!

Era su tutti i quotidiani qualche settimana fa… la petizione sta facendo il giro di internet… e personalmente l’ho firmata…
Stiamo parlando di Enrico Galavotti e della sua pagina web creata per l’amor dell’arte e per la diffusione della cultura via internet.

I fatti sono un mix tra sconcertanti e assurdi… E’ ben noto che la legge italiana spesso e volentieri punisce l’onesto e scagiona il colpevole… come in questo caso.
Ma andiamo con ordine: Enrico Galavotti, docente a contratto presso l’università di Bologna, facoltà di Scienze Politiche, si è visto recapitare tramite raccomandata un’ingiunzione di pagamento di 4.740€ dovuti per l’utilizzo “improprio” di opere d’arte coperte da diritto Siae. A nulla è valsa l’opposizione del professore che dichiarava che le foto delle opere d’arte erano state riportate ad esclusivo titolo informativo/divulgativo…

Sul piatto della bilancia abbiamo il diritto sulla proprietà intellettuale delle opere… che, per carità, è sacrosanto… ma dall’altra parte abbiamo il diritto alla cultura… che porta giovamento anche alla proprietà intellettuale in un certo senso… Se nessuno conoscesse le opere di Picasso nessuno andrebbe alle mostre… e gli aventi diritto alle “royalties” sulle opere del buon Pablo non vedrebbero un soldo… m isembra un ragionamento logico… Far pagare per l’istruzione, soprattutto cifre cosi rilevanti, mi sembra veramente una stupidaggine… soprattutto in Italia dove l’istruzione costa cara come il fuoco (per fare un esempio concreto, ricordo che la retta universitaria dell’Università degli studi di Torino per l’anno 2006-2007 è aumentata di 400€ dall’anno precendete… da 1200€ a 1600€!… a fronte di un netto peggioramento delle attività proposte… meno insegnanti, meno collaboratori, nessuna nuova aula… ma spese immani per festeggiare l’avvio dell’anno accademico o per frivolezze stupide e inutili…).

All’indirizzo http://www.anitel.it/petizione/ c’è la petizione da firmare contro la Siae… con Generazione Attiva ed il suo presidente Andrea d’Ambra è stato possibile dimostrare che la volonta del popolo può essere fatta ascoltare e può davvero cambiare le cose… In futuro vedremo l’evolversi anche di questa paradossale situazione…

Per saperne di più:

discussione sul forum di Meetup

La pagina di Homo Laicus

Info da “il portale del sud”

Citazione dell’anno


"Odiare i mascalzoni è cosa nobile"


Marco Fabio Quintiliano

Headers 2.0!

Headers 2.0 .... back again!
Paraponzi ponzi po'... gli headers son tornati... e tu che aspetti? Join the community! Scopri come (e scarica il .PSD!)

Que pasa aqui?

Agosto: 2019
L M M G V S D
« Feb    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Nuvolame vario

Commenti recenti

Archivi

This blog is – questo blog è…

100% Made in Italy

Admin area