Browsing all articles in Courmayeur
Ott
5
2009

Arrancabirra 2009

_MG_4062

Il tg regionale ha liquidato la faccenda in quattro e quattr’otto… 5 minuti di servizio dedicato alla solita squadra di calcio locale che si prende la solita, ennesima batosta e si snobba bellamente una manifestazione che richiama più di 1.000 persone…  l’ho sempre sostenuto: il canone RAI sarebbe da non pagare più… ah, vero, io non ho la tv quindi non lo pago… mi sento già meglio…

Sta di fatto che anche quest’anno l’Arrancabirra è stata il solito, fantastico successo. Tanti atleti (non proprio tutti atleti atletici, beninteso… ma va bene lo stesso… anzi, meglio!), tanto pubblico, tanti colori e tanta voglia di fare festa.

Il percorso di quest’anno è tornato ad essere il solito delle prime due edizioni: partenza dal centro di Courmayeur, salita all’Hermitage, altra salita fino al dortoir La Suche… ennesima salita alla capanna Corru… mortalissima ultima salita alla Tete de la Tronche… e poi una spericolata discesa fino al rifugio Bertone e conseguente arrivo di nuovo in centro a Courma. Totale: 18 km di lunghezza, 1.600 metri di dislivello positivo (quindi 3.200 metri di dislivello totale) e 6 lattine di birra da bere! Eggià, per chi ancora non lo sapesse, questa è una gara di corsa in montagna dove chi corre di più non per forza vince… ogni 4 km circa, infatti, ai corridori viene offerta una birra… chi riesce a bere tutte e 6 le birre offerte ottiene un bonus di 10 minuti a lattina… fino a un’ora in meno sul tempo finale!

Il sottoscritto, con una nutrita schiera di buoni amici (in ordine sparso: Jul, Gerry, Jo, Ale, Atla, Nikka, Roby, Aza, Lore, Luca, Mauri, Paola)  ha affrontato e concluso il difficile percorso con un ottimo tempo: 7 ore e 52 minuti… (Jul e Gerry, in realtà, molto meno… ma erano gli outsider del gruppo 😉 )…  insomma, solo in 10 son riusciti a fare peggio 😉

Ma lo spirito dell’Arranca non è arrivare primi (o meglio… questo non è il mio spirito 😛 ) ma conciliare con goliardia una sana sgambettata in montagna con una robusta bevuta di birra (tranquilli, in 18 km la si smaltisce in fretta!) e tanto divertimento…  e noi, da buoni goliardici quali siamo, abbiamo dato spettacolo… la nostra mise da pirati corridori è stata apprezzata dai più anche se non ci è valso il primo premio come gruppo più variopinto e caciarone… gli avversari infatti erano tanti e particolarmente “agguerriti”… gli uomini lattina, i ROSS, le suore, i celtici highlander, il concorrente con cane (si, concorrente con concorrente travestito da cane!), gli olimpionici di nuoto in accappatoio e infradito, gli snowboarders e tanti, tanti altri…

_MG_4066

Dopo la gara, polenta, salsiccia e tanta festa per tutti: musica a palla, gente sui tavoli e la voce che pian piano se ne andava tra risa e schiamazzi pseudo-molesti…

Le statistiche finali hanno visto 610 persone giungere al traguardo a fronte di oltre 700 iscritti… ogni anno il numero di partecipanti si fa maggiore e, di pari passo, l’organizzazione (i mitici Courmayeur Trailers) ed i volontari si fanno il mazzo per essere all’altezza. Fortunatamente ci riescono sempre (ok, avrei preferito un maglietta taglia L e non S ma… colpa mia… dovevo arrivare un po’ prima 😛 )

_MG_4065

(le foto sono del mitico Mauri e della sua altrettanto mitica Canon 450D 🙂 )

Feb
4
2008

Dottore, dottore, dottore del…

Author JeKo    Category Courmayeur, music, pausa     Tags

MAO_0887

Un grazie speciale a tutti i presenti, a Mauro per le fichissime foto (e quando mi si rivedrà di nuovo con la toga?), ad Elena, Thomas, Rossella, Ale, Matteo per gli utilissimi articoli e per le interviste, a tutti i vari amici vicini e lontani che sono venuti ad assistere, a tutti i parenti che si sono mobilitati in massa per l’evento… ma anche per quelli che non sono potuti venire! Un grazie a chi ha creduto in me nonostante i problemi e gli incidenti di percorso. Un grazie a chi c’era quel giorno e un grazie anche a chi avrebbe voluto ma non ha potuto esserci.

GRAZIE A TUTTI 🙂

JeKo,
dottore (hihihi) in Multimedialità e discipline dell’arte, della musica e dello spettacolo.

E un grazie anche per il biglietto per 2 per il concerto dei Nightwish (urge un’accompagnatrice… il biglietto è valido solo ed esclusivamente in compagnia femminile… venghino siore, venghino…) e per la tastiera… ora non serve nemmeno più che mi alzi dal letto per killare il pc in fase sonnolenza post divx 😛

Dic
24
2007

Contro la Sfiga cosmica…

notebook

Dopo il periodo di Sfiga Cosmica credo non servano altri commenti 🙂

Nov
15
2007

Sfiga cosmica 2: il sequel!

Ricordate il post della mia sfiga cosmica(TM)? Ebbene, visto che ha avuto un successo enorme (3 commentatori diversi, un record 😉 ) vi propongo il seguito (full director’s cut – uncensured… anzi… censured… che è meglio)…

Mettiamo allora che, per grazia divina, io venga a conoscenza di una persona capace, a voce di popolo, di compiere miracoli: moltiplicare pani e pesci, trasformare il vino in acqua e aggiustare notebooks malandati…
Contatto il miracolante che si dimostra da subito molto disponibile ad aiutare un povero Lazzaro bisognoso di miracoli piùcheurgenti. Mi richiede dunque di poter supervisionare il cadavere per attuare la richiesta divina di resuscitazione (non risurrezione, c’è una sostanziale differenza: la prima è di carattere divino, la seconda è una definizione prettamente medico-naturale in cui un corpo torna alla normale attività). Io, laudando e gaudendo, contatto urgentemente colui che diventerà il mio novello Caronte (vestito paro paro ad un corriere Bartolini) e faccio recapitare il tutto in una “bara” perfettamente organizzata e creata ad arte per prevenire i possibili (certi?) traumi causati da un trasporto… come dire… frettoloso…

Da quel momento la fremente attesa ha inizio… aspetto una mail recante come oggetto “Alleluja alleluja” e come corpo “il miracolo è compiuto, i morti tornano a camminare sulla terra ed osannano il signore” (evito la maiuscola per non cadere [troppo] nel blasfemo… di questi tempi meglio fare attenzione a ciò che si dice…).

E dopo lunga attesa, contornato di luce argentea e accompagnato da un tripudio di angeli e putti danzanti, ecco che torna a me, avvolto nel più morbido e prezioso dei sudari, il mio amato Asus M6Ne.

Con le mani tremanti d’emozione e gli occhi pronti a lasciar sgorgare lacrime di gioia, connetto l’alimentatore e premo il pulsante di Power, il quale si illumina del caratteristico blu elettric… no, un momento… non si illumina… NON SI ILLUMINA!!! Oh signore, non puoi farmi questo… avrò premuto male? poco? troppo? Il mio dito si riavvicina al Power e lo preme con più decisione… nulla… ancora nulla… La disperazione sale improvvisa… No, non può essere… non può essere!! Devi assolutamente tornare DA ME!!!!

Dopo dieci minuti che al momento sono parsi l’eternità e ritorno giungo alla cruda realtà: il mio notebook non è tornato in vita… continua a giacere silenzioso sulla fredda scrivania.

Alzo la cornetta, compongo il numero.

A. “Si, pronto?”
JeKo: “Perché? PERCHE’????”
A. “Ma chi parla?”
JeKo: “Non è… non è… (voce rotta dai singhiozzi)… il mio notebook con va!!!”
A: “Ma, non è possibile, qui da me era di nuovo tutto in ordine… mi parlava, mi laudava e ascoltava paziente le mie parabole divine… il buon portatile samaritano, il buon programmatore, i due blogger saggi… va beh, facciamo cosi, me lo rimandi e vedrà che si sistemerà tutto”…

Sono passati due giorni dal nuovo invio… e io sono ancora qui in attesa… fremente…


Per cercare di distrarmi da questa attesa atroce ho deciso di comprarmi un giochino nuovo con cui allietare le mie giornate depresse… Il giochino in questione è il, da me, tanto desiderato Drive Usb Corsair Voyager da 4 Gb (YouBuy: 54 euro compresa la spedizione). Attesa breve per fortuna (escludendo i tempi morti in attesa di esecuzione-ricezione del bonifico bancario… la carta di credito non ce l’ho ancora… niente paypal per me… sigh) che avrebbe dovuto contenere tantissime cazzate varie assieme a software utile e produttivo… ma, con certezza quasi assoluta, più cazzate…

Ok, niente panico, facciamo che, finalmente, la penna usb arriva… nuova… scintillante… sbavosissima…

Rollo: “Beeeella… quanto l’hai pagata?”
JeKo: “45 euro più spedizione e costi di gestione pratica, un buon prezzo no?”
Rollo: “prima che fa la fine dell’hard disk, del lettore mp3 e del portatile… vendila a me. Ti do 35 euro, è un affare!”
JeKo: “Ma vaff… (con conseguente toccatina di gioielli di famiglia tanto per gradire… poco Oxfordiano ma molto pratico come antisfiga)”

Estraggo la penna usb… la collego… funziona tutto a meraviglia… copio un bel file pesante giusto per provare… velocità esagerata… tutto perfetto… soddisfatto me la metto in tasca fischiettando… oggi è una bella giornata, non sto nemmeno pensando al portatile… 😉

Ma è ormai ora di tornare a casa, basta ufficio per stamattina! mi aspetta un pranzetto allegro…

Salgo in macchina con mio fratello.

JeKo: “we, è arrivata!”
FDK: “che cosa?”
JeKo: “la penna usb… la Corsair-strafica-Voyager”
FDK: “Fiiiigo, funziona? Non è che fa la stessa fine dell’hard disk, del lettor…”
JeKo: (grattandosi) “ma pure tu ti ci metti? Eccola qu… eccola q… ecc… DOVE C@##O E’ FINITA?”
FDK: “…”
JeKo: “xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx” (censurato per i più piccini) “l’ho già persa??!?!?!?!?!?”
FDK: ………………………. “ma no, dai, l’avrai lasciata in ufficio (tono poco convinto)… o l’avrà presa Rollo per farti uno scherzo… (tono sempre meno convinto)”
JeKo “bello scherzo del c@##o… speriamo tu abbia ragione…”

Segue un pranzo all’insegna della preoccupazione crescente…

Ore 14:30

JeKo “ROLLO!!!! DOV’E’? DOVE L’HAI MESSA? PERCHE MI FAI QUESTO? PERCHE’?!?”
Rollo (cascando dalle nuvole) “Dov’è cosa? Che ti ho fatto?”
JeKo (accasciandosi al suolo e grugnendo come un suino per la disperazione) “la mia povera penna usb… il mio giochino nuovo… neanche un’ora ed è dispersa… chissà dov’è! Chissà se sta bene… l’avranno rapita! Bastardi!”
Rollo (contenendo le grosse risate a fatica… ma solo per paura di essere colpito violentemente da un prosciutto stagionato di 24 kg) “ma dove puoi averla (hihihi) persa (hihi)?”
JeKo “tra l’ufficio e la macchina… era in tasca e sarà caduta mentre tiravo fuori le chiavi della Swift”

Segue la pietosa scenetta di JeKo che controlla sotto ogni macchina presente nel parcheggio… che cerca dentro i tombini, nel breve tragitto tra l’ufficio e la macchina (30 metri)… che cerca sulla porta dell’ufficio, sotto lo zerbino, dentro i fiori della suocera del capo…

Ore 16:23

Oramai rassegnato, JeKo scrive questa frase e si accinge, disperato, a googlare in cerca delle immagini da inserire a corredo di codesto triste e disperato post.

…….. E aspetto ancora il notebook………….

Ott
24
2007

Sfiga Cosmica

Asus M6ne

Che io non sia esattamente una persona baciata dalla fortuna (hardwaristicamente parlando) lo si sapeva da tempo immemore… Atla sghignazza ogni volta che mi vede abbacchiato con 200 giga di dati persi nel nulla per colpa di un disco improvvisamente defunto… Ovviamente il tutto senza backup… Ma non per sbadataggine o incapacità/svogliatezza… dovete sapere che se il sottoscritto fa 10 copie di backup su 10 dischi diversi, immancabilmente e in sincronia perfetta, un fulmine ne distruggerà 2 o 3; il disco esterno, per lo spavento, precipiterà a terra e si disintegrerà a contatto con l’antimateria presente proprio sul pavimento di casa mia (e, ovviamente, perfettamente compatibile con i materiali del succitato hdd), l’FBI arriverà in quel momento con l’intento di requisirne un paio e gli alieni scenderanno sulla terra per carpirne i segreti (della Terra, mica miei… e ovviamente i dati dello scudo spaziale americano sono celati proprio nei miei dischi rigidi, mica alla nasa…). Insomma, diciamo che la nuvola di Fantozzi mi fa una pippa…

Allora mettiamo che il mio lettore mp3 dia segni di squilibrio…

JeKo: "formattiamolo, si sistemerà subito, vedrai"
Rollo: "Sei sicuro? Non mi sembra una buona idea"
JeKo: "Ma si, l’ho fatto altre volte ed è sempre resuscitato"
Rollo: "Ok……… [format in corso]………. ehm…. normale che non si accende più?"
JeKo: "…"

Ok, era un lettore mp3 vecchiotto (Acer Mp-320, mai nemmeno comparso sul sito ufficiale di Acer… forse perchè troppo baracca…) e dopo un fedele servizio di 3 anni buoni si può anche cambiare…

Allora mettiamo che improvvisamente un hard disk da 160 Gb stracarico di roba (emmepitré più che altro) scompaia improvvisamente…

JeKo: "… le canzoni da imparare per sabato le trovi nella partizione Mp3, cartella ‘new traks@heavybags’… non puoi sbagliare"
Gas: "… che partizione Mp3? Non esiste"
JeKo: "Non dire cazzate… M:\"
Gas: "Non c’è nessuna M:\…"
JeKo: "……………… porcapu#@%&$£!#oia"
FDK: "(dopo un controllo disco con Maxtor Powermax e un tentativo di ripristino dati) niente… mi spiace… tutto a ramengo…"
JeKo: "XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX (censura) XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX"

Ok, dai, erano mp3 (si riscaricano all’occorrenza… o ri rifanno sulla base dei cd originali celati in posti iper segreti per prevenirne la graffiatura da utilizzo smodato) ma sai quanto tempo per catalogare tutto e ritaggare tutto? Mesi di vita buttati nel cesso… XXXXXXXXXXXXX (altra censura) XXXXXXXXXXX!!!!

Allora mettiamo che, mentre sto ritoccando un’immagine con photoshop (immagine che doveva essere pronta nell’immediato più immediato) i colori neri del mio simpatico LCD, tanto imprevedibilmente quanto repentinamente, diventino (probabilmente per moto antifascista/procomunista o magari semplicemente per festeggiare la Ferrari campionessa del mondo… o ancora per moto solidale pro Birmania…), tutti rossi… si si, va di moda… ma vaff…… Solertemente mi armo di cacciavite, smonto la scocca, verifico le connessioni hardware (maledetti cavi che tendono a staccarsi nei posti più irraggiungibili)… ma non ottengo nulla… se non che, dopo aver rimontato tutto, il pc non si accende più… _______________________________________________ <- insert some bestemmias here.

JeKo:"passami il cacciavite"
FDK:"non è meglio lasciar perdere e mandarlo in riparazione?"
JeKo:"Si ma se è solo un cavetto? butto nel cesso 200 euro cosi… a random… e poi dai, non è la prima volta che lo smonto…"
FDK:"……. se lo dici tu…….."
Viti: "gneeek gneeek (onomatopeico)"
JeKo:"merda, sembra tutto a posto…"
Viti:"Gneek gneek (onomatopeico)"
JeKo:"cazzo!!! non si accende più… porca eva!"
FDK:"te l’ave…"
JeKo:"Non fiatare… ho delle viti in mano e non ho paura di usarle!"
FDK:"……….. ma baffanculo"

Morale della favola… in tre giorni morti lettore mp3 da 20 giga, hard disk da 160 giga, portatile… totale 2.000 euro circa… sarà il momento di passare a Mac? Se le mie finanze me lo permettessero… forse si 😛

In ogni caso cerco di pensare positivo… potrebbe andare peggio… non so bene come… ma credo di si…

Ott
19
2007

Libertà di parola… siamo ai ferri corti?

(dis)onorevole LeviLeggo da Elena e da La Repubblica dell’ipotetica (che fra poco sarà triste realtà) nuova porcata dei GoverniRiunitiPerIlFurto Spa. Trattasi questa volta di un "simpatico" disegno di legge che, con nonchalance, imbavaglierebbe uno degli ultimi mezzi di informazione ancora svincolati dai grandi Padroni dell’informazione: il web.

In soldoni si sta discutendo di imporre a tutti i portali, blog, siti personali (e chi più ne ha più ne metta) di mettersi in regola con le attuali disposizioni valide per gli altri media divulgativo/informativi nazionali (soprattutto editoriali). Come si fa per essere in regola? Semplice, bisogna iscriversi al ROC (Registro unico degli Operatori di Comunicazione), con i conseguenti costi ad esso associati, seguendo una lunga e dispendiosa sequela burocratica (strano eh?).

Ricardo Franco Levi, ideatore di questa schifezza che, assieme al compagniuccio Prodi prenderà il suo nome (Legge Prodi/Levi), sta sul vago e alla domanda "Ma cosi non si rischia di far chiudere tanti siti/blog personali?" risponde:"Lo spirito del nostro progetto non è certo questo. Non abbiamo interesse a toccare i siti amatoriali o i blog personali, non sarebbe praticabile". E appunto per questo la legge definisce cosa andrà a disciplinare… e cioè il prodotto editoriale: "Per prodotto editoriale si intende qualsiasi prodotto contraddistinto da finalità di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento, che sia destinato alla pubblicazione, quali che siano la forma nella quale esso è realizzato e il mezzo con il quale esso viene diffuso." che sarebbe a dire che un prodotto editoriale potrebbe essere, indistintamente, un articolo sulla repressione in Birmania come la descrizione del proprio gatto…

Il perché di questo schifo è presumibilmente da attribuirsi alla facilità con cui si può insultare, denigrare e sputtanare l’operato di chi comanda… Sarà la vendetta del (dis)onorevole Mastella? Secondo me si… in ogni caso, il rischio è che chiunque voglia tenere un blog divulgativo (e, ripeto, indistintamente da chi parla di politica, commercio, guerra o pesci rossi, lampadine e rastrelli) dovrà avere un giornalista iscritto all’albo per poter pubblicare le proprie idee.

C’è da chiedersi che fine abbia fatto la libertà di pensiero, opinione e parola. Questa in uno stato non democratico si chiama dittatura… per fortuna che noi siamo civilizzati!

Ott
15
2007

List of “Hello World” Programs

Programming

Grazie alla mitica Fra vengo a conoscenza di QUESTO. E dopo un’attenta lettura ho deciso che il genere umano è da formattare… un bel Low Level Format, sennò si corre il rischio che permanga qualche residuo  😛

Qualcuno era a conoscenza dell’esistenza di linguaggi tipo  Ping Pong Programming Language o SNUSP? Io assolutamente no… e che dire del Lolcode, del L33t o del BrainFuck2D? Non so se gli ideatori sono dei geni o dei pazzi furiosi da ricovero immediato 😛

Set
27
2007

Get inspired

ScreenaliciousIl sito che segnalo oggi potrà essere d’aiuto a tanti webdesigners in crisi d’ispirazione… dopo aver segnalato a suo tempo The Daily Slurp, oggi suggerisco una visita a Screenalicious. Nno si tratta di un servizio particolarmente innovativo perchè si limita grossomodo a presentare siti web particolarmente accattivanti e ben fatti. Ha però il pregio di dedicare particolar cura ai siti "recensiti" e questo, per un webmaster o designer, è un ottimo spunto di partenza.

Screenalicious da la possibilità di votare i siti e di proporre i propri lavori, creando di fatto una buona vetrina.

Set
20
2007

Di male in peggio…

Sono sempre più preoccupato…

 

Set
12
2007

Minimize to Tray per Mozilla

Author JeKo    Category Courmayeur, feeds, sport     Tags

Minimize to traySiete soliti lavorare con 100.000 finestre e programmi aperti e vorreste riuscire a riorganizzare lo spazio libero? Non ce la fate più a gestire la tonnellata di applicativi aperti in simultanea e cercate un’utility comoda per farlo? Vorreste far spazio con tutto voi stessi ma installare le docks su windows vi sembra un sacrilegio oppure la vostra ram (poca e ipersfruttata) non ve lo consente/permette? Vi piacerebbe poter vedere l’ammiccante iconcina blu di thunderbird farvi "ciao ciao" dalla tray? Ebbene ora la vostra necessità di "sgombero" icone e ampliamento dello spazio utile sulla winzoz-bar è possibile… basta installare il simpatico plugin chiamato appunto "Minimize to Tray".

Ok, avete ragione… per un consiglietto banale e potenzialmente inutile ho dovuto scrivere circa 400 caratteri…. "uno spreco" direte voi… ed io non potrò che darvi ragione ma… dovrò pur riempirlo questo blog no? 😉

Citazione dell’anno


"Odiare i mascalzoni è cosa nobile"


Marco Fabio Quintiliano

Headers 2.0!

Headers 2.0 .... back again!
Paraponzi ponzi po'... gli headers son tornati... e tu che aspetti? Join the community! Scopri come (e scarica il .PSD!)

Que pasa aqui?

Maggio: 2019
L M M G V S D
« Feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Nuvolame vario

Commenti recenti

Archivi

This blog is – questo blog è…

100% Made in Italy

Admin area