Ott
7
2007

Arrancabirra 2007

Sabato 6 ottobre 2007 – Ore 08:00

"Ma farà freddo?" "Mah, chi lo sa… io nel caso ho portato la giacca antivento, la tengo nello zaino" "E hai preso anche la borraccia?" "ma figurati, ci sono le birre…" "Non so te ma io mi sento un cretino… e poi con tutta sta roba addosso troveremo eterno!" "si, si, tranquillo, pure io… ma saremo i migliori, vedrai… per Wallace… e per la Birra!"

Con tanti dubbi ma il morale alle stelle, io (a destra nella foto) e Jul (ovviamente, a sinistra nella foto) ci accingevamo a partire per Courmayeur: destinazione Arrancabirra. Di che si tratta? Beh, Jul && JeKodetta in poche e semplici parole è la gara di quota più pazza mai pensata (e se qualcuno ha fatto di peggio, beh, complimenti vivissimi). La partenza della gara era a Courmayeur, 1.230 metri circa sul livello del mare… il percorso si snodava attraverso la val Sapin e poi saliva saliva saliva fino alla tête de la Tronche (cima Bernarda). Poi si scendeva fino al rifugio Bertone prima e Courmayeur dopo. Ultimo pezzo di nuovo in salita fino all’arrivo posto in località Ermitage. Che c’è di strano in tutto ciò? Beh, come recita il nome della manifestazione, ogni 5 km circa, erano posti dei "pit stop" in cui i corridori avrebbero dovuto bere delle birre (una al primo pit stop, due al secondo, una al terzo e due prima dell’arrivo). Più birre si bevevano, più tempo veniva sottratto al tempo finale… Ovviamente il massimo consentito era di sei lattine di birra (Peroni e Nastro Azzurro… giusto per fare un pò di pubblicità occulta 😛 ). La distanza completa del percorso si aggirava attorno ai 19.500 metri con un dislivello positivo (cioè calcolando solo la salita) di circa 1.350 metri… e, ragazzi, ve lo giuro, tutt’altro che rilassante 🙂

La manifestazione era rivolta a due categorie:
1) Agli atleti della corsa in montagna che avrebbero corso il trofeo Hurzler/Grivel e non avrebbero dovuto (ovviamente) bere le birre;
2) Agli "atleti" di bevuta birra.

Il sottoscritto, ovviamente e doverosamente, ha partecipato inserendosi di diritto (per meriti speciali che non starò qui ad elencare…) nella seconda categoria 😛

L'arrivo del galeotto e del sommozzatoreEssendo l’Arrancabirra una gara seria e semi-seria, l’abbigliamento era libero. Un gruppo di corridori francesi si è travestito da galeotti in fuga, sfoggiando un bellissimo costume a strisce gialle e nere. Altri hanno optato per rievocare il costume degli alpinisti del secolo scorso (dunque pantaloni alla Zuava, camicia a quadrettoni e cappello tradizionale). Un corridore addirittura si è travestito da sub (ma dubito abbia corso con le pinne). Io e Julien invece abbiamo deciso di partecipare vestiti da guerrieri scozzesi in stile Wallace… E dunque, via con i kilt (ricreati adattando delle gonne  a tartans delle nostre rispettive genitrici), calze rigorosamente di lana grezza, strisce di trucco in faccia, capelli lunghi e liberi al vento (reali quelli di Jul, finti i miei… e non avendo altro che una parrucca biondo platino ho dovuto vestire i panni del guerriero scozzese transessuale… ma tant’è…) e spada sulla schiena. Così conciati, percorrere tutta quella salita, credete a me, è stato davvero distruttivo… ma arrivare al punto più alto del tracciato (a 2.300 metri d’altezza)  urlando "Per Wallace! Per la Birra!" è stato qualcosa che non puoi comprare neanche con Mastercard… oltre ad essere stato uno spasso infinito… anche per gli altri corridori 🙂 Stesso rituale riproposto all’arrivo, dopo la bellezza di 5 ore di marcia (alla "stupefacente" media di 4 km/h… per la cronaca, il vincitore ha impiegato 1 ora e 50 minuti…).

Dopo la gara la miticissima organizzazione ha preparato il pranzo ed una bellissima festa con birra (ancora!) a volontà per tutti e i bravissimi Babata che per più di due ore (forse due e mezza, ero un pò alticcio e ho perso la cognizione del tempo, perdonatemi) a far ballare tutti (ma proprio tutti) i presenti.

Alle 19:30 abbiamo dovuto salutare tutti, lo stato alcoolico iniziava a farsi davvero esagerato e le gambe protestavamo smodatamente… Ma mi sto già preparando per il prossimo anno… ne vedremo delle belle!
Il riposo dei guerrieri ;)
Vi lascio con il video della festa e del servizio del tg regionale (da scaricare e vedere con RealPlayer). Mi raccomando, voglio commenti e segnalazione di foto – video – podcast o altro inerente a questa manifestazione 🙂

3 Comments to “Arrancabirra 2007”

  • Esthar 10/10/2007 alle 20:43

    Ma che carucci che siete! XD
    Sigh. A Courmayeur fanno sempre delle belle manifestazioni. Come Celtica, ad esempio! XD
    Peccato che non sia proprio dietro l’angolo per me…

    Un saluto! ^_-

    Esthar – aka – Stella d’Oriente

  • jeko 11/10/2007 alle 07:46

    Più che carucci direi “raccapriccianti” 😛
    E il prossimo anno faremo di peggio, garantito 🙂

    Un saluto anche a te.

  • Domenica sugli sci… relax? uhm… 23/12/2007 alle 19:46

    […] il fiato… in effetti mi ero un po’ assopito nel periodo settembre-dicembre… salvo l’Arrancabirra,  l’attività sportiva più impegnativa svolta dal sottoscritto era stata lo […]

Post comment

Citazione dell’anno


"Odiare i mascalzoni è cosa nobile"


Marco Fabio Quintiliano

Headers 2.0!

Headers 2.0 .... back again!
Paraponzi ponzi po'... gli headers son tornati... e tu che aspetti? Join the community! Scopri come (e scarica il .PSD!)

Que pasa aqui?

Ottobre: 2007
L M M G V S D
« Set   Nov »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Nuvolame vario

Commenti recenti

Archivi

This blog is – questo blog è…

100% Made in Italy

Admin area