Browsing all articles tagged with mac Archives - JeKo’s blog 0.7 b
Mag
14
2008

Delirium tremens

Author JeKo    Category cazzabubbole     Tags , ,

FDK:”[..] e dunque mi servirebbe un programmino che controlli da remoto il mio mac (address, n.d.a.) di casa”

ROLLO: “hai un Mac a casa e non mi hai detto nulla??”

FDK: “no, quello sarebbe il Mac Mac”

ROLLO: “… ma… se al McDonald avessero un computer il suo Mac quale sarebbe? Il BigMac address?”

FDK: “… e se Duncan McLeod (Highlander, n.d.a.) avesse un pc? Sarebbe il Mc Mac address?”

ROLLO: “la faccenda si fa complicata!” 

FDK: “e se McCain avesse un Mac?”

…to be continued…

Nov
15
2007

Sfiga cosmica 2: il sequel!

Ricordate il post della mia sfiga cosmica(TM)? Ebbene, visto che ha avuto un successo enorme (3 commentatori diversi, un record 😉 ) vi propongo il seguito (full director’s cut – uncensured… anzi… censured… che è meglio)…

Mettiamo allora che, per grazia divina, io venga a conoscenza di una persona capace, a voce di popolo, di compiere miracoli: moltiplicare pani e pesci, trasformare il vino in acqua e aggiustare notebooks malandati…
Contatto il miracolante che si dimostra da subito molto disponibile ad aiutare un povero Lazzaro bisognoso di miracoli piùcheurgenti. Mi richiede dunque di poter supervisionare il cadavere per attuare la richiesta divina di resuscitazione (non risurrezione, c’è una sostanziale differenza: la prima è di carattere divino, la seconda è una definizione prettamente medico-naturale in cui un corpo torna alla normale attività). Io, laudando e gaudendo, contatto urgentemente colui che diventerà il mio novello Caronte (vestito paro paro ad un corriere Bartolini) e faccio recapitare il tutto in una “bara” perfettamente organizzata e creata ad arte per prevenire i possibili (certi?) traumi causati da un trasporto… come dire… frettoloso…

Da quel momento la fremente attesa ha inizio… aspetto una mail recante come oggetto “Alleluja alleluja” e come corpo “il miracolo è compiuto, i morti tornano a camminare sulla terra ed osannano il signore” (evito la maiuscola per non cadere [troppo] nel blasfemo… di questi tempi meglio fare attenzione a ciò che si dice…).

E dopo lunga attesa, contornato di luce argentea e accompagnato da un tripudio di angeli e putti danzanti, ecco che torna a me, avvolto nel più morbido e prezioso dei sudari, il mio amato Asus M6Ne.

Con le mani tremanti d’emozione e gli occhi pronti a lasciar sgorgare lacrime di gioia, connetto l’alimentatore e premo il pulsante di Power, il quale si illumina del caratteristico blu elettric… no, un momento… non si illumina… NON SI ILLUMINA!!! Oh signore, non puoi farmi questo… avrò premuto male? poco? troppo? Il mio dito si riavvicina al Power e lo preme con più decisione… nulla… ancora nulla… La disperazione sale improvvisa… No, non può essere… non può essere!! Devi assolutamente tornare DA ME!!!!

Dopo dieci minuti che al momento sono parsi l’eternità e ritorno giungo alla cruda realtà: il mio notebook non è tornato in vita… continua a giacere silenzioso sulla fredda scrivania.

Alzo la cornetta, compongo il numero.

A. “Si, pronto?”
JeKo: “Perché? PERCHE’????”
A. “Ma chi parla?”
JeKo: “Non è… non è… (voce rotta dai singhiozzi)… il mio notebook con va!!!”
A: “Ma, non è possibile, qui da me era di nuovo tutto in ordine… mi parlava, mi laudava e ascoltava paziente le mie parabole divine… il buon portatile samaritano, il buon programmatore, i due blogger saggi… va beh, facciamo cosi, me lo rimandi e vedrà che si sistemerà tutto”…

Sono passati due giorni dal nuovo invio… e io sono ancora qui in attesa… fremente…


Per cercare di distrarmi da questa attesa atroce ho deciso di comprarmi un giochino nuovo con cui allietare le mie giornate depresse… Il giochino in questione è il, da me, tanto desiderato Drive Usb Corsair Voyager da 4 Gb (YouBuy: 54 euro compresa la spedizione). Attesa breve per fortuna (escludendo i tempi morti in attesa di esecuzione-ricezione del bonifico bancario… la carta di credito non ce l’ho ancora… niente paypal per me… sigh) che avrebbe dovuto contenere tantissime cazzate varie assieme a software utile e produttivo… ma, con certezza quasi assoluta, più cazzate…

Ok, niente panico, facciamo che, finalmente, la penna usb arriva… nuova… scintillante… sbavosissima…

Rollo: “Beeeella… quanto l’hai pagata?”
JeKo: “45 euro più spedizione e costi di gestione pratica, un buon prezzo no?”
Rollo: “prima che fa la fine dell’hard disk, del lettore mp3 e del portatile… vendila a me. Ti do 35 euro, è un affare!”
JeKo: “Ma vaff… (con conseguente toccatina di gioielli di famiglia tanto per gradire… poco Oxfordiano ma molto pratico come antisfiga)”

Estraggo la penna usb… la collego… funziona tutto a meraviglia… copio un bel file pesante giusto per provare… velocità esagerata… tutto perfetto… soddisfatto me la metto in tasca fischiettando… oggi è una bella giornata, non sto nemmeno pensando al portatile… 😉

Ma è ormai ora di tornare a casa, basta ufficio per stamattina! mi aspetta un pranzetto allegro…

Salgo in macchina con mio fratello.

JeKo: “we, è arrivata!”
FDK: “che cosa?”
JeKo: “la penna usb… la Corsair-strafica-Voyager”
FDK: “Fiiiigo, funziona? Non è che fa la stessa fine dell’hard disk, del lettor…”
JeKo: (grattandosi) “ma pure tu ti ci metti? Eccola qu… eccola q… ecc… DOVE C@##O E’ FINITA?”
FDK: “…”
JeKo: “xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx” (censurato per i più piccini) “l’ho già persa??!?!?!?!?!?”
FDK: ………………………. “ma no, dai, l’avrai lasciata in ufficio (tono poco convinto)… o l’avrà presa Rollo per farti uno scherzo… (tono sempre meno convinto)”
JeKo “bello scherzo del c@##o… speriamo tu abbia ragione…”

Segue un pranzo all’insegna della preoccupazione crescente…

Ore 14:30

JeKo “ROLLO!!!! DOV’E’? DOVE L’HAI MESSA? PERCHE MI FAI QUESTO? PERCHE’?!?”
Rollo (cascando dalle nuvole) “Dov’è cosa? Che ti ho fatto?”
JeKo (accasciandosi al suolo e grugnendo come un suino per la disperazione) “la mia povera penna usb… il mio giochino nuovo… neanche un’ora ed è dispersa… chissà dov’è! Chissà se sta bene… l’avranno rapita! Bastardi!”
Rollo (contenendo le grosse risate a fatica… ma solo per paura di essere colpito violentemente da un prosciutto stagionato di 24 kg) “ma dove puoi averla (hihihi) persa (hihi)?”
JeKo “tra l’ufficio e la macchina… era in tasca e sarà caduta mentre tiravo fuori le chiavi della Swift”

Segue la pietosa scenetta di JeKo che controlla sotto ogni macchina presente nel parcheggio… che cerca dentro i tombini, nel breve tragitto tra l’ufficio e la macchina (30 metri)… che cerca sulla porta dell’ufficio, sotto lo zerbino, dentro i fiori della suocera del capo…

Ore 16:23

Oramai rassegnato, JeKo scrive questa frase e si accinge, disperato, a googlare in cerca delle immagini da inserire a corredo di codesto triste e disperato post.

…….. E aspetto ancora il notebook………….

Citazione dell’anno


"Odiare i mascalzoni è cosa nobile"


Marco Fabio Quintiliano

Headers 2.0!

Headers 2.0 .... back again!
Paraponzi ponzi po'... gli headers son tornati... e tu che aspetti? Join the community! Scopri come (e scarica il .PSD!)

Que pasa aqui?

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Nuvolame vario

Commenti recenti

Archivi

This blog is – questo blog è…

100% Made in Italy

Admin area