Browsing all articles in wordpress
Giu
9
2013

Internal server error 500 su Aruba: la soluzione!

Aruba e WordPress

ATTENZIONE: questo post risale a Giugno 2013, le soluzioni suggerite potrebbero non essere più efficaci!

Internal Server Error 500 con Aruba: il danno e la soluzione!

Alzi la mano chi ha un blog basato su WordPress ospitato sui server Linux di Aruba e non ha mai avuto un “Internal server error 500”! Nessuno? Proprio nessuno? Immaginavo… Bene, forse, dopo lunghi tentativi ed altrettanti litri di caffé per tenere alta la concentrazione, ho risolto il problema una volta per tutte… la soluzione è molto facile e, soprattutto, definitiva (NOTA: uesto post è del 2013 ed io ho abbandonato Aruba da un bel po’… le cose nel frattempo potrebbero tranquillamente essere cambiate)! Se qualche scettico sta pensando “scommetto che la soluzione è riparare le solite permission danneggiate”, dovrà ricredersi, la modifica che segue è definitiva e testata da me personalmente su 4 blog WordPress hostati su Aruba: in fase di aggiornamento automatico di temi, core e plugin, non ho riscontrato più nessun Internal Server Error 500!

Seguitemi con attenzione:

  • Per prima cosa entriamo nella pagina di configurazione del nostro hosting Aruba raggiungibile da qui. Compiliamo il form con il nome del nostro dominio (ovviamente senza il WWW davanti), inseriamo il nostro user name Aruba (qualcosa tipo 1234567@aruba.it), la relativa password e, infine, compiliamo il CAPTCHA;
    Xdebug && MAMP - step 1, login to Aruba admin panel
  • Nella zona denominata “LINUX AREA” troverete la voce Pannello gestione Hosting Linux, cliccatela;
    Xdebug && MAMP - step 2, scegliere l'amministrazione dell'hosting linux
  • Ora siamo all’interno del Pannello gestione Hosting Linux, in alto selezionate l’ultima tendina (Strumenti ed impostazioni);
    Xdebug && MAMP - step 3, scegliere "strumenti ed impostazioni"
  • Ora dovrete scegliere la voce “personalizzazione del file php.ini“;
    Xdebug && MAMP - step 4, scegliere il corretto file php.ini
  • Vi si aprirà una nuova finestra dove potrete selezionare la tipologia di file php.ini più adatta alle vostre necessità: per risolvere il nostro Internal Server Error 500, dovrete selezionare, ovviamente, la voce WORDPRESS;
    Xdebug && MAMP - step 5, scegliere php.ini per wordpress

Che ci crediate o no, questa è la soluzione ad ogni Internal Server Error 500 causato da WordPress (ovviamente se il problema è relativo alle permission e non ad un plugin che fa casino… per quello dovrete scervellarvi in altro modo, mi spiace).

Se questa soluzione vi aiuta,lasciate un messaggio… se invece non dovesse bastare, fatemelo sapere e cercherò di darvi una mano 🙂

Buon blogging!

Feb
23
2008

Disastro apocalittico…

wordpress Stamattina mi accorgo che i miei feed vanno a singhiozzo… “sarà Feedburner impallato -penso io- diamo un’occhiata… Uhm… sembra tutto regolare… ma come mai a me arrivano e passando da un proxy a caso non mi si aggiorna più il feedreader? Misteri di Feedburner… Vabbé, cogliamo l’occasione per aggiornare WordPress che è circa dal Giurassico che mi riprometto di farlo“…

C’è bisogno di proseguire?

Rollo: “we, come mai al posto del tuo blog c’è un bell’errore 500 – server error?
JeKo: “sto aggiornando WordPress… ci sarà un problema con qualche plugin…
Rollo: “sei proprio sicuro di continuare? Si, No, Retry
JeKo: “………. sempre spiritoso… che vuoi che succeda? Al massimo recupero uno dei mille backup

Mezz’ora più tardi…

Rollo: “(hihihihihihihihihihi)
JeKo: “TI SENTO! PIANTALA! E’ una tragedia!!!!
Blinko (via msn): “Hey ciccio, che è quell’errore 500?
JeKo: “Lascia perdere, sto combattendo con WordPress… sta vincendo lui
Blinko: “Hai controllato i plugin? Il file htaccess? I permessi di lettura/scrittura/esecuzione?
JeKo: “Si, sto perdendo la speranza
Blink: “Pregherò per te
JeKo: “…”

Un’altra ora più tardi

JeKo: “…… BASTAAAAAA SPACCO TUTTO!!!!!!!!!!!!!!!………
Rollo: “…… hihihihi…… eheheheh…… AUAHUHAUHUAHUAU….
FDK: “.… AHUAHUAUAUHAUHAUHUHAUHAUHAUH…
JeKo: “I kill you!” (vediamo chi coglie la citazione mistica… FDK e Rollo esclusi)

Ore 23:57: il blog è stato arato al suolo e ricostruito dopo aver estrapolato alla buona i dati dal db… infatti mancano ancora tutti i tag e le categorie… Ma ora c’è un bellissimo WordPress aggiornato (e se esce un aggiornamento prima dei prossimi 2 mesi spacco tutto…. di nuovo!), un tema nuovo nuovo da cominciare a pacioccare e…… 100.000 plugin da ripristinare… mi viene male…. arghhhhhhh….

E domani TorinoBarCamp2008… che figura ci facevo a presentarmici con un blog-errore 500? Mi sarei sicuramente distinto dalla massa ma… insomma… non mi piace apparire 😉

Technorati Tag: ,,,,,

Dic
13
2007

Meme? meme!

anthology Heimmdall (detto anche Lorenzo, Fdk o miofratello) mi pone questa fatidica domanda…

"Se scoppiasse la terza guerra mondiale… o simili… e potessi portare solo un cd nel rifugio antiatomico… cosa porteresti?"

Difficile dare una risposta… ma la prima che mi viene in mente è Anthology dei Deep Purple

E voi, o fedeli lettori (passanti, amici, conoscenti e parenti) che ancora scorrazzate su codeste pagine, cosa portereste?

Forza che son curioso 🙂

PS: non so se ho voglia di far partire un meme in proposito… ma se qualcuno vuole scriverne… beh, lo faccia! 😛

Ott
5
2007

un uomo, un perchè

Prefatio

Casa da solo… ora di cena, accendo la tv per non subire il silenzio profondo che regna in cucina… Sulla rai solo immondizia, su mediaset solo tette e culi… mettiamo un canale di musica dai. Va bene Rock tv? Ma si dai, i video che passano mi piacciono.

Pino ScottoE d’improvviso l’illuminazione. Seduto su di un amplificatore Marshall con uan postura tipicamente rockettara (gamba sinistra avanti alla destra, braccio pezolante, braccialetti, capello lungo corvino, occhiali alla Ozzy che nascondono sicuramente degli occhi di ghiaccio… Resto estasiato dal carisma di quest’uomo di mezza età affascinante e dallo sguardo intelligente seppur celato alla vista. Leggo in basso "la rubrica di Pino Scotto". "Wow -penso io- quest’uomo sembra saperne un sacco…"

Ed infatti il tenebroso rocker parla di musica dura con una loquacità ed una dialettica impressionanti. Mi sono rimaste impresse alcune domande fattegli e alcune sue intelligentissime risposte, ve le riporto per condividere la gioia di un cosi fausto incontro mediatico:

Domanda "Ciao Grande Pino, che ne pensi dei Megadeth e di Patty Smith?"
Risposta "Ah Un grande gruppo e un gran personaggio che hanno fatto davvero la storia, cioè la storia, della musica."

Domanda: "Ciao Mitico Pino, che ne pensi dei Korn e degli Slipknot?"
Risposta "Cioè, parliamo di due gruppi importantissimi della musica dura, grandissimi, hanno fatto la storia."

Domanda: "Ciao Pino, sei una persona davvero avanti, che ne pensi del Grunge?"
Risposta: "Ha fatto la storia, peccato che sia scomparso".

Domanda: "Pino, che ne pensi dei Cure? Io li trovo fantastici"
Risposta: "Nel loro genere hanno fatto la storia."

Domanda: "Pino ma smettila di tirartela, dici di essere se stessi e ti fai la tinta, ad ogni puntata sei sempre più scuro di capelli, bisogna accettarsi per quello che si diventa."
Risposta: "Oh ma che cazzo vuoi, brutto frocio del vaffanculo pezzodimerda chi ti ha chiesto niente? Sei solo un frocio di merda."

Domanda "Ciao fantastico Pino, cosa ne pensi del delitto di Garlasco?"
Risposta "Diventerà come il caso di Cogne, ci scommetto. E tutti questi Ris, questa gente che fa le indagini la paghiamo noi con i nostri soldi e si buttano nel cesso. Il colpevole dovrebbe avere la decenza di costituirsi perchè è una mente criminale schifosa e fa spendere un sacco di soldi a chi paga le tasse. L’Italia fa schifo, viviamo in un Paese di merda, vaffanculo. E i bambini che diventano spacciatori o assassini vorrei prenderli a calci in bocca da qui a Palermo e ritorno. E poi prenderei i genitori e li arresterei perchè se hanno cresciuto dei figli stupratori e ladri glieli porterei via. Cazzo li metteri in una scuola che li tirerebbe su. E favvanculo, bisogna dare il buon esempio ai figli! Vaffanculo"

Estasiato da queste parole sì sagge e forbite ho deciso di spegnere la tv e scrivere un post per parlare di lui perchè tutti sappiano che il Maestro è finalmente arrivato, ed è bello come il sole, non si tinge i capelli ed è rispettoso e tollerante verso il prossimo.

E ora la versione seria del post

Ah Pino! Ma le domande chi te le prepara? Topo Gigio?

PS: quanto detto nelle domande e risposte è una mia reinterpretazione e non corrispondono ad una riproduzione fedele dei dialoghi. Ma il senso era quello, ve l’assicuro!

PS2: non ho citato la pagina web ufficiale del buon Pino non per dimenticanza ma perchè non merita un link. Ecco l’ho detto.

EDIT: vi posto due o tre links molto molto esplicativi

Ott
3
2007

Police live in turin 2007

The Police live in TurinIl concerto non sarebbe iniziato prima delle 21:30 ma noi eravamo già li alle 16:30… e l’attesa era spasmodica. Un mare di gente si era già riversata all’interno dello stadio Delle Alpi di Torino dove, qualche ora dopo, Sting, Stewart e Andy si sarebbero esibiti davanti a circa 65.000 spettatori…

Tra una birra, un panino dal porcaro davanti allo Stadio (salsiccia, crauti, cipolla e salse… giusto per tenersi leggeri 😛 ) e Mauro che imprecava contro la Tre che andava e veniva, il tempo passava lento ma costante (e, per fortuna, sennò ci toccava riscrivere buona parte delle leggi della fisica 😛 ).

E finalmente l’entrata: palco colossale (e non poteva essere che cosi dato il calibro dei musicisti), gente ovunque, un trionfo di casse, luci, telecamere e gente con gli occhi lucidi. Si sentono alcuni commenti dei presenti "Ancora non ci credo! I Police!", "Sting dal vivo, incredibile!".

Teoricamente le danze avrebbero dovuto aprirle i Fiction Plane alle 20:15… e invece on stage si presentano i salentini dell’Ensemble della Notte della Taranta… I commenti iniziali sono stati i più disparati, ma dopo 2 minuti di musica incalzante ballavano anche i membri della security! Quasi mezz’ora di bellissima musica prima dell’arrivo in scena dei Fiction Plane (gruppo capeggiato dal cantante-bassista Joe Summer… che poi sarebbe il figlio di Sting… e con Seton Daunt alla chitarra e Pete Wilhoit alla batteria) che, a dirla tutta, mi hanno tutt’altro che impressionato… anzi!. La mia "agonia" è durata fortunatamente non più di 35 minuti perchè è finalmente giunta l’ora del magico trio… l’emozione del sottoscritto (e con lui di almeno altre 40.000 persone) è letteralmente alle stelle… La pausa dopo i Fiction Plane si fa lunga, la gente comincia ad applaudire ed incitare… finchè le luci si spegono improvvisamente lasciando lo stadio Delle Alpi nel buio completo… E una voce calda intona "Just a castaway, an island lost at sea, oh…". Ed è cosi che inizia lo strepitoso concerto dei Police: con Message in a bottle, uno tra i più grandi successi del gruppo britannico.

La scaletta si fa subito interessante e non mancano brani storici abbinati a canzoni più recenti: "Walking on the moon", "De Do Do Do", "Roxanne" , "Don’t Stand So Close to Me" fino a "Every breath you take" che chiuderà questa 2 ore di musica indimenticabile!

Dopo aver atteso lo svuotamento dello stadio è stato il turno del bis chez le porcaro con altrettanto panino unto e apprezzatissimo…

Rientro a casa alle 3:45 dopo una bella dose di traffico sulla tangenziale nord (smaltita all’altezza del bivio per Milano… a quanto pare metà dei supporters arrivava proprio da li) e, francamente, tanta voglia di postare subito ma poca voglia di sottrarre tempo al poco sonno superstite  (ve l’ho detto che ho anche riformattato il portatile da poco? devo reinstallare tonnellate si software… Farlo ieri sera non "s’aveva da fà"… 😛

Pubblico dei Police 

EDIT: momento clue della serata quando Atla, soddisfatto del panino del porcaro, mi guarda con un sorriso a metà tra il godurioso e l’ebete e mi dice "Ahhhh… Mi sento unto dentro"… momenti di verà ilarità 😛

Ott
1
2007

Tarja vs Anette

Author JeKo    Category wordpress     Tags

Tarja Turunen

No, non sarà un confronto tipo “intervista doppia” delle Iene… ma solo un paio di considerazioni assolutamente personali…  Era il 21 ottobre 2005 quando, con una lettera aperta, i Nightwish, comunicarono a Tarja, ai tempi loro frontgirl, la loro decisione di escluderla dalla band. Da allora la carriera di Tarja è proseguita  in vesti di solista… mentre sul fronte Nightwish si è optato per cercare una nuova cantante. Il 24 Maggio 2007, dopo 1 anno di spasmodica attesa è finalmente venuta alla luce l’identità della nuova cantante: Anette Olzon, anch’essa nordica… anch’essa molto molto carina e vocalmente dotata.

Io, purtroppo, assopito nel ricordo della bella (e brava) Tarja mi ero perso le novità… Finchè un certo bel giornio mio fratello spunta su skype con un link di last.fm video… Il video in questione era nientepopòdimenoche “Amaranth“, nuovo singolo targato Nightwish.

Impressioni a caldo:

1) Anette ha una voce bellissima… ma possiamo scordarci di sentire live capolavori quali “Beauty of the beast” e “She is my sin”…

2) Anette è molto molto bella… ma si veste e balla come Britney Spears… perciò con i Nightwish non c’entra nulla…

Questo non vuole essere una critica alla neo frontgirl… semplicemente, da apprezzatore dei Nightwish e da estimatore della fine compostezza dei membri che compongono il gruppo, temo una caduta di stile… Ciononostante continuo a considerare Jukka un batterista con i cazzi ed i controcazzi…

Detto ciò mi rimetto in attesa che il mio buon mulo mi conceda l’ascolto di Dark Passion Play e continuo a sperare in un errore di regia… Dai Anette, il confronto è, ahimè, difficilissimo… ma cela puoi fare!

EDIT: posto un confronto sulla stessa canzone (She is my sin)… questa è di Tarja e questa di Anette e, scusami cara Anette ma non c’è storia… Però per controbattere posto anche “Nemo” che comunque vien fuori molto bene (checchè ne pensassi a priori) 🙂

Set
12
2007

iWorldCamp in comitiva…

Author JeKo    Category barcamp, wordpress     Tags

iWordCampSiamo a metà settembre… l’iWordCamp sarà a marzo (forse)… converrete con me che mancano parecchi mesi e parlarne cosi presto non ha esattamente senso (almeno a primo acchito)… ma (e c’è sempre un “ma”) ho motivi più che validi per iniziare a parlarne fin d’ora…

Orbene… mettiamo che questo sia (casualmente) il mio primo barcamp… mettiamo anche che il meeting sia ad una distanza che inizia a farsi ragionevolmente ampia (vabbé, c’è gente che si spara 500 km ogni volta che c’è un camp ed io ne dovrei affrontare “solo” 250)… mettiamo anche che, pur con tutta la buona volontà del mondo, la compagnia della radio e dei miei inseparabili CdDiEmmePiTre, farsi una macchinata da solo sia cosa quantomeno noiosetta… Oddio, lo si fa, per carità… ma se fosse possibile evitarlo sarebbe cosa divertente… percui gente, amici, passanti… se qualcuno parte dal nord-ovest (più o meno “estremo nord-ovest”) e volesse fare una macchinata direzione Milano per l’8 (15? 22?) marzo 2008, sappia che io ci sono… e volendo c’è anche la JeKo mobile con tanto di climatizatore per risolvere il problema di afa imminente…

Quanto appena scritto ovviamente non risponde alla domanda “perchè iniziare a parlarne ora?”… ma una risposta ovviamente c’è… le mie stime parlano di 15 visitatori unici al giorno quando va di stra-lusso… se calcoliamo il numero di giorni che mancano all’evento e la possibilità di trovare da uno a quattro viaggiatori diretti all’iWordCamp provenienti da una zona utile (Aosta e dintorni, Ivrea e circondario, Torino e cintura, Novara e poco più…), le speranze si riducono drasticamente… con un preavviso di 5 mesi forse rimedio un passaggio/compare di viaggio… che dite? Esagero? 😛

Set
6
2007

Animoto

Avete manie da regista? Siete convinti che Tarantino è un pivello al vostro confronto ma è dotato, fortunatamente per lui, di grandi finanziamenti? Siete assolutamente sicuri che potreste fare di meglio ma avete i soldi solo per comprarvi una videocamera Fisher Price? Niente paura, da oggi Animoto vi viene in aiuto… grazie a questo simpatico applicativo online potrete creare video musicali d’effetto semplicemente uploadando le vostre foto e la vostra colonna sonora… al resto penserà lui… io mi son precipitato a testarlo e i risultati non si sono fatti attendere… ovviamente il software non può darvi la libertà stilistica di un qualunque altro programma di montaggio non lineare (si tratta pur sempre di un applicativo web based che deve aiutare chi comincia, non certo il regista affermato 😛 ) ma il risultato è comunque accettabile. Con una comoda funzione, inoltre, è possibile postare sul proprio sito/blog il video (o i video) creati… in puro stile youtube. L’unica limitazione che ho trovato è il fatto che i video non possono essere più lunghi di 30 secondi… Per girare dei veri e propri lungometraggi bisogna acquistare credito (3 dollari per un singolo lungometraggio, 30 dollari per un anno di lungometraggi… mi sembrano dei prezzi più che accettabili 😀 )… un pò come tutti i più recenti applicativi 2.0 🙂

Hasta luego e buona giornata 🙂

Ago
12
2007

On air

Si spengono le luci. La sala è immersa nella penombra causata dalle lampade del mixer al di la dello spesso vetro. Il conto alla rovescia procede un secondo per volta, senza fretta, senza affanno… -20… -15… -10. Il cuore inizia ad accellerare e in mente ti sovvengono migliaia di parole… quelle pensate nell’ora precedente… -8 e la musica inizia a sfumare. L’uomo con le cuffie al di la del vetro alza lo sguardo e accenna  un "ok". La musica degrata fino all’impercettibile… -3, si accende la luce nel piccolo display posto sul tavolo "On Air"… e con voce calda e complice la conduttrice attacca "Buon pomeriggio a tutti gli ascoltatori. Sono le 15 in punto". La sua collega mi rivolge uno sguardo, mi stizza l’occhio e si butta a capofitto nel discorso appena iniziato: "e buon giorno anche da parte mia. Oggi piove e noi siamo qui a tenervi compagnia come ogni pomeriggio".

Cosi ha inizio la mia prima diretta radio sulle onde di Rai Radio Valle d’Aosta. Le padrone di casa sono Katia Berruquier e Ivana Cretier. La trasmissione che ci ospita è Estateconnoi (estateconnoi.raivda@rai.it), trasmissione di cultura e musica in lingua italiana e francese.

Seduto alla mia destra c’è Lollo, con un bel paio di cuffie in testa e una matita che tamburella sulla simil moquette blu cielo della scrivania.

"Ospiti in studio quest’oggi Laurent Domaine e PierPaolo Zus, rispettivamente e Art director e General Promoter del La Salle Rock Festival: allora ragazzi, cosa ci raccontate?".

E si attacca a parlare… progetti, idee, motivazioni, speranze… tutto compreso in un’oretta intervallata da canzoni più o meno rock, più o meno pop, più o meno più e meno francesi/francofone. Il fiume in piena Lollo sfoggia la sua lingua sciolta descrivendo vita morte e miracoli dei gruppi e alla domanda "ah, tu suoni? in che gruppo?" ci delizia con il suo nuovo progetto: "Siamo una band di nuova formazione, facciamo una musica pesante, molto pesante… a voi ragazze probabilmente non piacerebbe… facciamo un potente Heavy Metal… ci chiamiamo (rullo di tamburi) ‘Cinzia’!"… "Cinzia?!? come Cinzia?! un nome un pò atipico per la musica che fate, no?"… Dietro il mio microfono faticavo a trattenere le risate ma la diretta imponeva una qual minima forma di serietà… e mi son trattenuto… ma questa è da scrivere negli annali!

Ore 15:58, scatta l’ultima canzone e noi ci si toglie le cuffie e ci si augura di aver fatto una (quasi) buona figura… in fondo era la nostra prima diretta… chissà se ce ne sarà una prossima… Lollo fa promettere al duo conduttivo che il prossimo anno saranno loro a presentare il La Salle Rock… e chissà, forse la cosa diverrà realtà… i progetti sono tanti e la speranza di fare qualcosa di concreto per la nostra musica è davvero un buon motivo per darsi da fare… Oggi è il 12… mancano 2 giorni!…
 

Lug
8
2007

iWordCamp

iWordCamp

Oggi è una giornata eccezionale per i post su j3k0.net… siamo già a quota tre nelle ultime 2 ore… starò mica impazzendo? No, in realtà dovrei studiare per il penultimo esame percui ogni scusa è buona per rimandare 😉

Probabilmente ne avranno parlato già tutti ma a me giunge voce solo ora (chiedo scusa per la disattenzione dimostrata) di iWordCamp, il primo barcamp italiano dedicato a WordPress… e visto che non ho mai partecipato ad un Camp, la città che ospiterà l’evento è Milano (relativamente vicina) e il giorno sarà un sabato… questo sarà ufficialmente il mio primo BarCamp!

Considerando l’importanza di WordPress per la blogosfera e per quanto mi riguarda da vicino, seguirne le presentazioni sarà un must! Senza contare che già parecchi personaggi interessanti han dato conferma della loro presenza… Non vedo l’ora 🙂 Oh god… mi sembro un bambino alla vigilia di Natale eh eh eh.

EDIT: causa spam incessante chiudo i commenti per questo post 🙂

Citazione dell’anno


"Odiare i mascalzoni è cosa nobile"


Marco Fabio Quintiliano

Headers 2.0!

Headers 2.0 .... back again!
Paraponzi ponzi po'... gli headers son tornati... e tu che aspetti? Join the community! Scopri come (e scarica il .PSD!)

Que pasa aqui?

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Nuvolame vario

Commenti recenti

Archivi

This blog is – questo blog è…

100% Made in Italy

Admin area